Caso clinico sospetto - paziente scolarizzato

Aggiornamento 05/11/2020



Il genitore di bambini o ragazzi con sintomi sospetti, contatta il MMG o il Pediatra di base che, dopo valutazione della sintomatologia, invierà, direttamente al punto tamponi ad accesso diretto (elenco indirizzi allegato) con autocertificazione (allegata).

Nel frattempo, in attesa dell'esito,  bambini e ragazzi restano in isolamento al domicilio, limitando i contatti con le persone che convivono, tenendo la mascherina, cambiando aria nelle stanze 3 volta all'ora per 10 minuti.

L'isolamento, in attesa dell'esito, non si applica ai contatti di caso clinico (compagni, docenti, personale ATA) e non si applica ai conviventi.


Se esito tampone negativo: il curante scioglie la quarantena e rilasci un attestato per la riammissione in collettività.

Se esito tampone positivoATS prescrive isolamento obbligatorio e quarantena dei contatti.